Bonus Sociale Idrico:
Documento per la Consultazione 470/2017/R/idr del 22/06/2017

L’Autorità ha posto in consultazione gli orientamenti generali sui criteri e le modalità operative per l’implementazione della disciplina del bonus sociale idrico riservato agli utenti domestici residenti in stato di disagio economico sociale. Il documento indica i valori ISEE sotto i quali le utenze domestiche avranno diritto all’applicazione del bonus e ipotizza che l’ammontare del bonus sia calcolato in funzione della numerosità familiare e applicando la “tariffa agevolata” alla quantità essenziale di acqua necessaria al soddisfacimento dei bisogni da tutelare. È prevista che la copertura dell’onere sia garantita da due meccanismi: uno su base nazionale (con istituzione di una nuova componente tariffaria UI3), l’altro su base locale.
Per minimizzare l’iter burocratico l’Autorità è orientata a individuare nel gestore idrico il soggetto che verifica i requisiti di ammissibilità ed eroga il bonus. Per gli utenti idrici diretti l’erogazione del bonus potrà avvenire in bolletta, suddividendo l’importo con il criterio del pro die (o al massimo in due rate per importi piccoli); per le utenze condominiali indirette, invece, sarà il gestore del SII ad erogare il bonus in una unica soluzione mediante rimessa diretta.

Per ulteriori dettagli clicca qui

Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la pagina Policy

Chiudi